ATTENZIONE

La tua versione di Microsoft Internet Explorer è obsoleta e potrebbe compromettere la tua corretta navigazione. Aggiornala adesso!

Your version of Microsoft Internet Explorer is obsolete and could compromise your proper navigation. Update it now!

16/04/2018
Giorgio Roda subito a podio nel primo round dell’ELMS

Secondo posto nella 4 ore di Le Castellet per l’equipaggio Giorgio – Gianluca Roda e Matteo Cairoli sulla Porsche 911 RSR di Proton Competition.

Como - 16 Aprile 2018. Una vittoria sfumata nel corso dell’ultimo giro nella gara d’esordio sul circuito francese di Le Castellet per Giorgio Roda, Gianluca Roda e Matteo Cairoli. Ma un secondo posto da tener ben stretto con la Porsche 911 RSR di Proton Competition, subito tra le vetture più competitive nella serie continentale. Un secondo gradino del podio che regala fiducia in vista della lunghissima stagione dell’European Le Mans Series.

Dopo aver messo tutti alle spalle sia nelle prove libere che nella sessione di qualifica l’equipaggio comasco, al Paul Ricard, sentiva già odore di vittoria grazie alle prestazioni superlative del terzetto formato dal padre e figlio Roda e dal “factory driver” Porsche Matteo Cairoli. 3 ore e 59 minuti al comando delle ostilità con i piloti di Proton Competition che hanno sorpreso per velocità e costanza. Ma la beffa arriva nel corso dell’ultimo giro con il sorpasso della Ferrari 488 GTE di Molina – Macdowall – Griffin che riesce ad infilare la vettura di Stoccarda, anche grazie ad un minor degrado degli pneumatici. Lotta serrata, ma corretta, quella tra Cairoli e Molina, al momento al volante delle due vetture, con il secondo che riesce ad avere la meglio, sul traguardo del circuito francese, per soli 8 decimi dopo 4 ore di gara.

“Ovviamente quel pizzico di amaro in bocca c’è, ma sono assolutamente soddisfatto di questo secondo posto nella prima gara della stagione. – ha commentato Giorgio Roda – Abbiamo dimostrato di essere competitivi sia sul giro secco sia sul passo gara con tutti e tre i piloti. Un complimento particolare voglio dedicarlo a mio papà che, anno dopo anno, continua a sorprendere sempre di più migliorandosi e restando tra i top driver. Correre assieme a Matteo è divertente e soprattutto molto formativo. Nonostante la giovane età è uno dei piloti più forti nel panorama mondiale e lo ha dimostrato nel finale di gara: con una vettura in crisi di gomme è riuscito a tenere alle spalle Molina per diverso tempo, ma alla fine ha dovuto alzare anche lui bandiera bianca. Per quanto mi riguarda credo di aver dato del mio meglio in gara e di aver tenuto un buon passo su una vettura nuova. La felicità per questo secondo posto è data anche dal fatto che, per la prima volta, salgo sul podio al fianco di mio papà, un vero esempio da seguire”.

Dopo la prima gara dell’European Le Mans Series, Giorgio Roda sarà impegnato nel fine settimana del 5 maggio sul circuito di Spa-Francorchamps per la gara inaugurale del mondiale endurance FIA World Endurance Championship (WEC).

“C’è tanta fiducia anche per il Campionato del Mondo – ha aggiunto Roda – con la Porsche 911 RSR mi trovo veramente a mio agio e sono sicuro che assieme a Matteo Cairoli e Khaled Al Qubaisi potremo dare del nostro meglio. A Spa – Francorchamps, lo scorso anno, era arrivata la mia prima vittoria in ELMS. Sperare di ripeterla in questa stagione non costa nulla. Sarebbe un sogno che si avvera”.


La felicità per questo secondo posto è data dal fatto che, per la prima volta, salgo sul podio al fianco di mio papà, un vero esempio da seguire