ATTENZIONE

La tua versione di Microsoft Internet Explorer è obsoleta e potrebbe compromettere la tua corretta navigazione. Aggiornala adesso!

Your version of Microsoft Internet Explorer is obsolete and could compromise your proper navigation. Update it now!

13/05/2019
Monza rimane stregata. Giorgio Roda sfiora il podio nella gara di casa

Nonostante l’ottimo passo di gara, una bandiera gialla nel finale, nega la possibilità di combattere per il podio alla Porsche 911 RSR di Project 1 con Egidio Perfetti e Jorg Bergmeister.

Monza - 12 Maggio 2019. Un ottimo passo gara e il secondo miglior tempo nelle qualifiche non sono bastati a Giorgio Roda, Egidio Perfetti e Jorg Bergmeister per salire sul podio di Monza nel secondo round dell’European Le Mans Series. Con la Porsche 911 RSR di Project 1, perfetta per tutto il weekend monzese, sembrava quasi scontato il podio di classe LM-GTE e, per buona parte di gara, lo è realmente stato. La strategia e una “full course yellow” nelle ultime fasi di gara ha, però, negato all’equipaggio della numero 56 di combattere per la seconda posizione. Una gioia sfumata per Roda che continua ad essere sfortunato nella gara di casa.

Credo di poter dire che Monza, nei miei confronti, ha un debito di fortuna – ha scherzato Giorgio Roda dopo la gara brianzola – Tolto il risultato finale, sono molto soddisfatto di quanto espresso nel weekend monzese. Già a partire dalle prove libere abbiamo dimostrato di potercela giocare per la vittoria e questo ci è stato confermato dal secondo tempo in qualifica. È un vero peccato che la nostra gara sia finita con solo un quarto posto perché credo meritassimo di più, ma queste sono le gare e dobbiamo guardare avanti. Per quanto mi riguarda sono molto contento di quanto fatto a Monza. Sto continuando a migliorare e credo che la stagione possa regalarci grandi soddisfazioni. Adesso la testa è direttamente a Le Mans dove, dopo lo stop dell’anno scorso, vorrei di nuovo essere protagonista con un compagno di grande talento come Matteo Cairoli. Già dai test vorrei trovare il miglior feeling con una vettura che, ormai, conosco molto bene. Poi sarà tempo della gara più bella in assoluto e voglio riprovare tutte le emozioni che ho provato all’esordio dell’anno scorso, magari aggiungendo quella per aver terminato la gara in ottima posizione”.


Credo di poter dire che Monza, nei miei confronti, ha un debito di fortuna