10/10/2021
Giorgio Roda conclude la stagione 2021 in positivo

Nonostante un’ultima gara in salita, dopo un contatto nelle prime fasi di gara, Roda, assieme a Zollo e Kohmann manda in archivio una stagione positiva.


Como (CO) - 10 Ottobre 2021 – Si chiude con un altro piazzamento a punti la stagione 2021 di Giorgio Roda nel Fanatec GT World Challenge Europe powered by AWS - Endurance Cup. Il bilancio della stagione del pilota comasco, sulla Ferrari 488 GT3 di Kessel Racing assieme a Francesco Zollo e Tim Kohmann è positivo: una stagione in uno dei campionati più competitivi al mondo, con schieramenti che hanno spesso superato le 40 vetture in griglia, chiusa in costante crescita, nonostante un ultimo round in salita per l’equipaggio del team elvetico. Infatti, dopo un contatto nelle prime fasi di gara, quando al volante della Rossa di Maranello c’era Francesco Zollo, ha compromesso irrimediabilmente la 3 ore spagnola. La vettura, sul tracciato di Barcellona, è diventata difficile da controllare, ma Roda, assieme ai suoi due compagni di squadra, ha portato a casa, comunque, punti importanti e grande esperienza, riscendo ugualmente a terminare la gara.  


Giorgio Roda, ha così fatto un bilancio della sua stagione: “è stata una stagione nel segno dell’apprendimento, dell’imparare gara dopo gara, del mettersi in gioco senza cercare il risultato a tutti i costi. Con Francesco e Tim abbiamo creato un ottimo rapporto e siamo riusciti a crescere gara dopo gara. Dispiace molto per questo ultimo atto a Barcellona dove eravamo riusciti a fare bene in qualifica e avevamo un buon passo gara. Però queste sono le corse ed è anche questa esperienza per imparare. È stata una stagione molto lunga prima con l’Asian Le Mans Series e poi con il Fanatec GT World Challenge Europe, ma sono molto soddisfatto e spero, l’anno prossimo di poter mettere a frutto tutto quello che ho imparato quest’anno. Un enorme grazie va al team Kessel e alla “famiglia” Ferrari che, mai come quest’anno, ha dimostrato di essere punto di riferimento tra le vetture Gran Turismo. Il Cavallino Rampante è sempre stato un sogno e sono contento di poterlo portare in pista”.


Con Francesco e Tim abbiamo creato un ottimo rapporto e siamo riusciti a crescere gara dopo gara